Cementificio di Castelraimondo. Inceneritore SI Inceneritore, No Parliamone

IocandinaNonostante la bocciatura del TAR, il progetto di incenerire il CSS regionale presso il cementificio di Castelraimondo sembra voglia essere portato avanti dalla Regione. Discutimao insieme i termini della questione domenica 26 ottobre alle 17.00 presso il l’ex cinema Italia (ora sala Italia) a San Severino Marche. Intervenite con le Vostre proposte.


Condividi

Annunci

Cementificio e Rifiuti: cosa succede?

E’ in corso l’elaborazione dcementificioel nuovo Piano regionale di gestione dei rifiuti dalla regione
Marche. Il tavolo tecnico regionale ha ritenuto che la soluzione migliore sia quella di trasformare i rifiuti indifferenziati in CSS e di bruciare questo CSS nei cementifici. La previsione è quella di bruciare nel cemen ficio di Castelraimondo e Gagliole tutto il CSS che verrà prodotto nella Regione Marche. Partecipiamo numerosi all’incontro per cercare di prevenire oggi i disastri di domani.

Puliamo il mondo 2013

puliamo-il-mondo-2013Anche quest’anno è tempo di Puliamo il Mondo, la manifestazione di Legambiente che si prefigge di sensibilizzare la collettività verso il rispetto dell’ambiente attraverso la riqualificazione di zone degradate, la pulizia delle piccole discariche dei cigli stradali e l’incremento della raccolta differenziata dei rifiuti. L’iniziativa prevede la partecipazione attiva di cittadini di tutte le età, scuole, enti privati e pubblici.
Il circolo Legambiente “il Grillo” organizza la manifestazione a San Severino Marche, che vede la partecipazione quest’anno anche della Pro Loco e del Gruppo Scout; venerdì 27 e sabato 28 gli incontri e le iniziative saranno rivolti soltanto alle scuole con la partecipazione dei volontari di Legambiente, mentre domenica 29 “Puliamo il Mondo” è aperta a tutti i cittadini e si svolgerà dalle 9,30 alle 12,30 nella zone comprese tra via Della Pitturetta, Madonna dei Lumi e Castello. Gli operai del comune, i volontari del gruppo comune di Protezione Civile e il personale del Corpo Forestale dello Stata contribuiranno alla buona riuscita dell’iniziativa.

“PULIAMO IL MONDO 2011” ALLE GROTTE DI SANT’EUSTACHIO

Piazze e giardini, strade e aree verdi, centri storici e quartieri di periferia: dal 16 al 25 settembre nessun rifiuto sfuggirà ai volontari della diciannovesima edizione di Puliamo il Mondo, la più famosa iniziativa di volontariato promossa da Legambiente come versione italiana dell’internazionale Clean-up the world e realizzata in collaborazione con la Rai.
Anche nel 2011 “Puliamo il Mondo”, per il tredicesimo anno consecutivo, è nella nostra città al fine di sensibilizzare i cittadini sul tema dei rifiuti. Il Comune di San Severino Marche e il circolo “il Grillo” di Legambiente aderiscono all’iniziativa che si svolge contemporaneamente in tutta Italia, per la prima volta quest’anno in due weekend consecutivi.
Gli appuntamenti del 23 e 24 settembre (venerdì e sabato) saranno dedicati alle scuole, rispettivamente di Cesolo e del capoluogo, per sottolineare ancora una volta con gli alunni di elementari e medie l’importanza della raccolta differenziata dei rifiuti. Con loro si procederà a una pulizia mirata di alcune aree verdi di proprietà pubblica.
Domenica 25 settembre tutti, grandi e piccini, potranno invece contribuire alla pulizia del suggestivo scenario delle grotte di San’Eustachio: il ritrovo è previsto nel punto di sosta presso la sbarra di chiusura della strada.
A partire dalle ore 9.30 saranno in distribuzione guanti e sacchetti per coloro che vorranno contribuire a ripulire dai rifiuti il meraviglioso ambiente della Valle dei Grilli e dei dintorni dell’Abbazia di Sant’Eustachio; tutti sono invitati a partecipare domenica prossima a “Puliamo il Mondo”!


Condividi

La coscienza ecologica a scuola

Sempre più spesso gli alunni delle scuole si misurano sui temi ambientali. I progetti di Legambiente e di altri gruppi ecologisti hanno aperto la strada ad un sempre più attento e proficuo scambio di informazioni che hanno indubbiamente accresciuto la coscienza ecologista della popolazione. Molte scuole sviluppano progetti europei sui temi del rispetto ambientale, molti studenti sviluppano i loro lavori si fine corso su questi temi. Vi allego dei link di esempio, il primo è relativo ad un blog  degli studenti dell’ITIS E.Divini di San severino Marche che lo hanno realizzato ragionando sui rischi ambientali a cui tutti noi siamo esposti http://www.spazioalunni.it/rischi_ambientali/index.php.
Il secondo link è quello di un progetto europeo all’interno del quale gli studenti dell’ITAS di Macerata dovranno sviluppare delle “Mappe ecologiche”. Gli studenti svilupperanno tre mappe, una delle fontane di acqua pubblica dell’area maceratese, una dei punti di vendita biologici/equosolidali ed una terza delle isole ecologiche del territorio. Le mappe sono pubbliche e aggiornabili da chiunque voglia partecipare .
Giammario

DISCARICHE DI TOLENTINO E MARICELLA: FRANE E ANOMALIE PRODUZIONE DI PERCOLATO. IL GRILLO TORNA A CHIEDERE CHIAREZZA NELLA

I recenti smottamenti che hanno colpito la discarica sita in località Collina di Tolentino confermano purtroppo le perplessità che il nostro Circolo aveva manifestato in merito all’inadeguatezza del sito, notoriamente franoso, come ben sapevano e pertanto denunciavano gli abitanti della zona. Ora che
il rischio paventato si è puntualmente verificato, chiediamo che la comunità settempedana venga informata dei danni subiti dalle strutture di protezione (in particolare i teli di protezione sottostanti) e dei rischi che eventuali perdite potrebbero creare in caso di interventi inadeguati.
Benché non abbia goduto di alcun eco indennizzo poiché la discarica appartiene al territorio di Tolentino, la nostra comunità in effetti è quella concretamente danneggiata dalla presenza delle discariche, proiettate sul fosso Maricella e dunque sull’alveo del Potenza dove insisterebbero
malfunzionamenti, infiltrazioni e sversamenti anomali di percolato.
Partecipando ad una riunione promossa dal “Comitato no discarica di Tolentino”, si è appreso dal CON.SMA.RI. che per arginare questi cedimenti occorrerà un investimento straordinario di diversi milioni di euro per costruire un argine di circa 6 m. di altezza fuori terra, che blocchi a valle la frana della discarica. A quanto pare sarà il Comune di Tolentino a decidere se tale costruzione di cemento armato verrà zavorrata mediante inerti terrosi, circa 50.000 m3 per un costo complessivo di circa 2.000.000 di € totali o piuttosto con ben più economici rifiuti per il quale il Comune di Tolentino
riceverebbe anche un indennizzo per l’abbancamento. Quest’ultimo caso si configurerebbe di fatto come una parziale riapertura della discarica attualmente chiusa per esaurimento.
Siamo soddisfatti nell’apprendere che il progetto esecutivo per la bonifica della vecchia discarica di Tolentino sia sul punto di essere attuato però noi torniano a ribadire come già una delibera del Consiglio Provinciale del 1997 aveva definito “necessario ed urgente” anche il risanamento della
vecchia discarica settempedana di Maricella. Seppur non sia soggetta a smottamenti quest’ultima ha infatti accolto per anni, come prevedeva la legge dell’epoca, anche rifiuti industriali per i quali è oramai riconosciuta la pericolosità e la necessità di trattamenti differenziati. Ad oggi ci è stato
riferito dal CON.SMA.RI. che la discarica di Maricella sta producendo una quantità di percolato abnorme e che per questo è stata sottoposta ad un monitoraggio di sei mesi per valutare l’ipotesi che
tale aumento sia dovuto alle piogge o cosa più grave alle infiltrazioni di una vena sotterranea.
Chiediamo dunque alle autorità competenti, CON.SMA.RI., e Comune quali siano i risultati di tale monitoraggio. Ci chiediamo inoltre perché nella migliore delle ipotesi il cancello viene chiuso quando i buoi sono fuggiti?

Puliamo il mondo 2008

Puliamo il Mondo, la più grande iniziativa di volontariato mondiale organizzata in Italia da Legambiente, è quest’anno alla quindicesima edizione.

Un impegno che ha sempre dato buoni frutti: l’anno scorso i volontari che si sono armati di guanti e ramazza sono stati più di 750.000, sparsi in oltre 1500 comuni italiani.

Anche quest’anno, decennale del Circolo “il Grillo”, Puliamo il Mondo sarà nella nostra città, in contemporanea con oltre cento nazioni in tutto il mondo. Venerdì 26 e sabato 27 sarà svolta la consueta attività di pulizia con le scuole di Cesolo e del capoluogo.

Per organizzare la giornata successiva, a conclusione della tre giorni, il locale circolo di Legambiente ha ottenuto, come sempre, il contributo ed il patrocinio dell’Amministrazione comunale di San Severino, grazie cui sarà messo a disposizione dei volontari il kit di pulizia che comprende guanti, sacchetti e ogni altra cosa necessaria ad operare in sicurezza. La manifestazione avrà anche il supporto del Gruppo comunale di Protezione civile.

Obbiettivo è la pulizia del versante nord del Castello, a tutti noto come “Le Coste”, oggetto di ripetute segnalazioni di abbandono e degrado. La manifestazione è aperta a tutti quanti, animati di vero senso civico, vogliono riaffermare con forza che quello spazio verde è di tutti e per questo va tenuto pulito; appuntamento domenica 28, a partire dalle 9.30, presso la chiesa di S. Maria della Pitturetta. Per informazioni: 331.6020428.

 

 

Circolo “il Grillo” Legambiente San Severino