PRESENTAZIONE DEL VOLUME SULL’ANTICA VIA ROMANO- LAURETANA

La scorsa locandinaprimavera è stato presentato, presso  l’Università di Camerino, il volume: “La viabilità interregionale tra sviluppo e trasformazioni”. con l’auspicio che della preziosa raccolta di studi si potesse parlare anche nella nostra città. La sezione Cai di San Severino insieme al circolo “il Grillo” di Legambiente hanno raccolto  l’invito, ottenendo per ciò anche il patrocinio dell’Amministrazione Comunale della cittadina
settempedana.
Sabato 29 novembre, alle ore 17,30 nella Sala degli Stemmi del municipio settempedano, in Piazza del Popolo, Daniele Salvi, amministratore locale e appassionato cultore di memorie locali – alla presenza delle curatrici del volume Tiziana Croce ed Emanuela Di Stefano – parlerà della preziosa raccolta di studi che ha avuto origine dal convegno omonimo tenutosi alcuni anni fa all’Abbadia di Fiastra.
Nei saggi del volume – che contiene anche scritti di alcuni tra i più autorevoli studiosi di economia, urbanistica, storia e tradizioni religiose quali Pier Luigi Falaschi, Floriano Grimaldi, Maria Teresa Idone, Alberto Meriggi, Marco Moroni, Raoul Paciaroni, Massimo Sargolini – si investiga, con dovizia di documenti, la peculiarità di questo percorso medievale tra Roma ed Ancona che si dipanava nel nostro territorio attraversando due tra i più sviluppati centri produttivi e manifatturieri delle Marche del Tre-Quattrocento,

sant'eustachio oggi

sant’eustachio oggi

ovvero le città di San Severino e Camerino. Solo in epoca tardo cinquecentesca, allorché venne istituzionalizzata la strada carrozzabile definita «Via nova», il collegamento tra l’Adriatico e il Tirreno lasciò l’antico tracciato che raccordava i due centri maceratesi attraverso Renacavata, Torre Beregna e l’abbazia di Sant’Eustachio, per trovare una più agevole sede lungo la valle del fiume Chienti.

Luca Maria Cristinilocandina presentazione libro lauretana 291114

Convegno cittadino 19 aprile 2008:L’acqua pubblica bene comune e risorsa da tutelare

Convegno “I rifiuti come opportunità di crescita”, ITIS E.Dvini S.Severino M.

Sabato scorso, 1 Marzo, si è svolto, nella sala degli stemmi del comune di San Severino Marche, il convegno “I rifiuti come opportunità di crescita”, organizzato dall’ITIS di San Severino Marche.
Convegno rifiuti ITISIl primo relatore, in rappresentanza dell’Università di Bologna, ha ben focalizzato il problema dei rifiuti sottolineando la necessità di ridurre i volumi di rifiuti prodotti e l’opzione del riciclaggio come irrinunciabile.
I successivi relatori, a nostro giudizio, hanno invece sottolineato, pur con esperienze valide come la gestione della discarica di Sogliano al Rubicone (FC), una modalità di gestire il ciclo dei rifiuti non sempre ecocompatibile. I termovalorizzatori sono stati al centro degli interventi. Benchè la soluzione dell’incenerimento dei rifiuti possa essere accettabile in situazioni di emergenza (vedi Campania), crediamo che la cultura del riciclo e, ancor prima, quella della diminuzione della produzione di rifiuti, con strategie di acquisto a favore prodotti con poco packaging, siano stategie ecosostenibili e praticabili, con una sicura resa nel lungo periodo.

Di seguito si riporta il comunicato stampa del comune.
COMUNICATO STAMPA N. 76 SAN SEVERINO, CONVEGNO SUI RIFIUTI: VIDEOCONFERENZA CON L’ITIS “DIVINI”

Raccolta differenziata, inceneritori, “freno” alla produzione di rifiuti, discariche: sono alcuni dei temi trattati stamattina a San Severino da esperti e amministratori intervenuti al convegno su “I rifiuti come opportunità di crescita”. Un’iniziativa promossa da Itis “Divini”, Cosmari e Università di Bologna (Corso di laurea in Tecnologie chimiche per la gestione dell’ambiente – Polo di Rimini) con il patrocinio del Comune di San Severino. Dopo il saluto del vicesindaco con delega all’Ambiente, Sante Petrocchi, e del preside dell’Itis, Filippo Pennesi, è intervenuto – fra gli altri – il presidente del Cosmari, Fabio Eusebi, il quale ha fotografato la gestione dei rifiuti in provincia di Macerata e ha toccato anche l’argomento-discarica all’indomani dell’Assemblea del Cosmari, ribadendo che, se non si troverà una soluzione condivisa, il nuovo sito di appoggio dovrà necessariamente essere individuato “per imposizione”. Al di là dell’interessante dibattito sulla materia, coordinato dai docenti Fabio Bruzzechesse (Itis) e Mario Berrettoni (ateneo di Bologna), l’incontro sui rifiuti ha tenuto a battesimo anche un servizio di videoconferenza fra il palazzo comunale di San Severino, sede del convegno, e l’aula magna dell’Istituto tecnico “Divini”, dove gli studenti hanno potuto seguire in diretta i lavori della mattinata e interagire con i relatori grazie a un collegamento telematico realizzato appositamente fra i due “poli”. L’esperimento è riuscito, con buona soddisfazione dei tecnici e della scuola che, come noto, ha fra le sue specializzazioni anche l’informatica e le telecomunicazioni.

Assemblea dei soci

Il 22 gennaio si è svolta l’assemblea ordinaria dei soci.

Il Presidente ha riassunto le attività svolte in quest’ultimo anno, ricordando al questione ormai archiviata della “cava del Rio”, le iniziative “salvalarte” e “puliamo il mondo”, la questione “discarica di collina”, oltre ad attività più ludiche quali l’annuale ecopizza.

E’ stato quindi approvato il bilancio per gli anni 2006 e 2007.

Dopo di ciò si è passati alle proposte di attività da svolgere quest’anno per il decennale del circolo. Si è pensato di organizzare un concerto in primavera nel chiostro antistante la sede  cogliendo l ‘occassione per inaugurarla ufficialmente. Si è pensato poi ad un evento speciale in dicembre per i 10 anni esatti della nascita de “il grillo”.

Come ultimo punto all’ordine del giorno si è discusso della discarica di località collina. Il circolo si è ritenuto soddisfatto delle garanzie fornite dal gestore “Cosmari” per il corretto utilizzo della discarica e dalla disponibilità data dallo stesso a periodici controlli della discarica da parte dei cittadini del comitato di collina e maricella. Sfatiamo così il mito dell’ambientalismo militante che dice sempre no, molto presente oggigiorno sugli organi di stampa.

Le case come le automobili… devono consumare poco!

L’Amministrazione comunale

organizza

sabato 10 dicembre 2007 alle ore 17.00

presso l’aula Sisto V in Viale Bigioli, 25

San Severino Marche

Incontro dibattito a carattere divulgativo:

BIOEDILIZIA E RISPARMIO ENERGETICO 

programma:

  • Cambiamenti climatici: dagli scenari globali alla situazione locale

  • La tua casa è costruita bene?

  • Quanta energia termica consuma la tua casa?

  • Come puoi fare a consumare meno energia per il riscaldamento?

  • Quali sono gli incentivi se costruisce bene o più che bene? (Agevolazioni fiscali per il risparmio energetico)

Saluto del Sindaco        Cesare Martini

interventi:     

Stefano Leonesi – Metereologo e climatologo Agenzia Servizi Settore Agroalimentare delle Marche

Fabio Pettinari, Daniela Brascugli, Manila Amici, Elena Giammarchi, – progettisti Casa ecologica di Belforte del Chienti

Carlo Migliorelli – Assessore provinciale all’Ambiente

Luciano Ramadori– Vice Presidente CNA

Pacifico Berrè – Edilizia Confartigianato Imprese Macerata

Locandina