Il patrimonio culturale cade a pezzi

IL PATRIMONIO CULTURALE CADE A PEZZI

chiesa_san_michele1· Dopo la chiesa di San Domenico e quella del Borgo Conce, un altro crollo in pochi mesi minaccia un’altra chiesa settempedana;
· Una parte della copertura della piccola chiesa di San Michele, progettata nel 1830 da Ireneo Aleandri è crollata;
· La piccola cappellina è parte dell’eredità Tassoni ancora oggi al centro di una vertenza interminabile.

san-michele-totLa chiesa, che è stata oggetto della campagna di “Salvalarte 2004” promossa dalla nostra associazione, è stata progettata nel 1830 dall’architetto settempedano Ireneo Aleandri, notissimo autore dello Sferisterio di Macerata, del teatro Nuovo di Spoleto, del Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno e del Ferocia di San Severino ed è stata dichiarata di “Importante interesse” con decreto del 2004 in occasione delle celebrazioni dell’autore promosse dalla Provincia di Macerata.

La chiesa, esclusa da ogni finanziamento per il restauro post sisma, è parte della ricca eredità Tassoni, ancora oggi al centro di un contenzioso tra le parti che ne rivendicano l’assegnazione.
Già all’epoca del nostro interessamento la chiesa versava in gravi condizioni e il nostro allarme si alzò segnalando che il progresso del degrado ne avrebbe messo rischio la conservazione.

Il “Progetto Aleandri” del 2004 che vide tra gli enti partecipanti anche la Soprintendenza per il patrimonio Architettonico delle Marche, fu anche l’occasione per far estendere sulla chiesa un vincolo come importate testimonianza progettuale del celebratissimo architetto Aleandri. Al convegno di Salvalarte prese parte la stessa Soprintendente dalla quale si ebbe l’assicurazione che sarebbe stata inviata al più presto una nota al tribunale di Macerata per sollecitare il restauro della Chiesa “che presenta evidenti infiltrazione d’acqua in più punti dalla copertura, oltre uno scalzamento del terreno fondale che ne minaccia la stabilità di alcune parti”.
Da allora sono ormai passati cinque anni e il tetto della chiesa è in questi giorni in parte crollato senza che nessuno si sia più interessato alla questione. Il nostro Circolo ha provveduto stamattina ad inviare una segnalazione al Comune di San Severino, alla Direzione Regionale del Ministero dei Beni Culturali e alla Soprintendenza per i Beni Architettonici di Ancona con l’auspicio che si possa intervenire immediatamente scongiurando altri danni.

Resta solamente la speranza che questo ennesimo colpo ad un edificio così importante possa far riflettere sulla condizione nostro patrimonio culturale, per la cui tutela in questi giorni si stanno lanciando appelli da più parti.

“Il Grillo”

Annunci

Assemblea ordinaria dei soci.

Il 30 Marzo 2009, presso la sede dell’associazione, si terrà l’assemblea ordinaria dei soci del circolo “Il grillo”. Nella pagina riunioni è indicata l’ora è l’ordine del giorno. Tutti i soci sono invitati a partecipare.